Ad oggi è uscito un nuovo Standard che determina la perfezione in questi cani.
Noi non siamo di questo avviso poichè pensiamo che non esalti al massimo le potenzialità di questi cani, pertanto crediamo che COSI’ E’ PERFETTO!!!

COSTITUZIONE: grossolana con ossatura massiccia e forte muscolatura
INDICE DI OSSATURA: maschi 21/22 femmine 20/22
ALTEZZA AL GARRESE: maschi minimo 65 cm. femmine minimo 62 cm. PARTICOLARITÀ DI COMPORTAMENTO: tipo di grandissima attività nervosa, forte equilibrato calmo. Le reazioni di difesa che si manifestano in forma attiva sono ben sviluppate. La mordacità e la diffidenza verso gli estranei sono caratteristiche.
TIPO SESSUALE: ben accentuato, i maschi sono più forti e più massicci, le femmine sono un po più piccole di taglia, un po più gracili di costituzione. MANTO: per quanto riguarda il pelo si possono distinguere in tre gruppi. Pelo lungo che forma una criniera sul collo, frange e calzini sugli arti posteriori. Pelo corto, senza criniera ne frange ne calzini e pennacchi sulla coda. Pelo intermedio, lungo ma senza criniera , ne frange ne calzini e pennacchi sulla coda.
COLORE: grigio a zone con varie sfumature, fulvo, color paglia, bianco, bruno rossiccio, e ugualmente manto pezzato o cosparso di macchie.
DENTATURA: chiusura a forbice.
OCCHI: di colore scuro.

Gravi difetti che trascinano alla squalifica: tutte le deviazioni in rapporto alla chiusura a forbice. Testicoli unilaterali e bilaterali, testicoli atrofizzati. Colore nero o marrone del manto. Assenza di uno dei canini o di uno degli incisivi, assenza del terzo o del quarto premolare o di un molare.

ANCORA SULLA RAZZA

Il Pastore del Caucaso, è un cane abbastanza “difficile”, forte indipendente quasi selvaggio, ma allo stesso tempo dolce e riflessivo. Caratteristiche opposte ma intrinseche che rendono il Pastore del Caucaso un cane affascinante e molto particolare.
Non fa branco, non tollera quindi la presenza dello stesso sesso, a meno che non ci sia una totale ed incondizionata sottomissione da parte dell’altro. La mancanza di queste condizioni darebbe vita ad una serie di lotte furibonde, sicuramente molto spiacevoli e pericolose.
Il Pastore del Caucaso non accetta la completa sottomissione da parte dell’uomo, guai a volergli imporre ciò a tutti i costi, si arriverebbe ad un conflitto che potrebbe durare tutta la vita.
Vi accetterà come capobranco, eseguirà i vostri ordini di sua spontanea volontà, solo se vi riconoscerà tale, e perché questo succeda ci vorrà tempo comprensione e pazienza da parte vostra. Il cane vi darà tutto se stesso solo se capirà di essere amato e rispettato.
Si ergerà a guardiano supremo della famiglia e la proteggerà da tutto e da tutti per sempre a qualsiasi costo. Concludendo questa panoramica sul Pastore del Caucaso oserei dire che non è un cane adatto a tutti.
Non è un cane che ama la confusione, non è un cane pronto ad accettare le coccole e la carezze del primo arrivato, non è un cane di quelli che si portano nel parco e si lasciano in libertà con altri cani, per finire non è un cane da consigliare a chi non ha mai avito rapporti di convivenza con altri cani.
A chi allora consigliare la convivenza con il Pastore del Caucaso ? Sicuramente a chi ha bisogno di un guardiano incorruttibile e sempre vigile, a chi dispone di spazi abbastanza grandi da offrire a questo cane, da non sottovalutare poi le richieste in aumento che lo vedono nei panni di guardia del corpo.
Questi aspetti chiaramente vanno valutati in un ottica generale parche nello specifico sono convinto che chi vorrà avvicinarsi al Pastore del Caucaso, con un po di buon senso e la consulenza di un allevatore qualificato, riuscirà a trovare un soggetto caratterialmente compatibile con le proprie esigenze. Un piccolo consiglio, se non conoscete la razza e volete avvicinarvi ad essa fatelo scegliendovi una bella femmina, vi aiuterà moltissimo nel vostro compito evitandovi qualche spiacevole inconveniente che potrete avere affiancandovi per la prima volta ad un maschio